Percorso Irlandese

Un percorso dedicato ai personaggi Irlandesi del Cimitero

Il percorso Irlandese si estende lungo tutte le zone del Cimitero ed è composto da 14 monumenti. Questo percorso ha una difficoltà media poiché alcune zone del cimitero non sono facilmente raggiungibili e spesso bisogna percorrere sentieri stretti con radici sporgenti. Per questo motivo bisogna fare attenzione e, se possibile, attrezzarsi di scarpe comode per godersi la passeggiata al meglio.
La prima zona da visitare è la Parte Antica che si trova sulla sinistra dell’ingresso principale. Per raggiungerla si deve superare il Centro Visitatori e proseguire attraverso l’arco che ne delimita il perimetro.

La Parte Antica

Come suggerisce il nome, questa è la parte più antica del Cimitero e si affaccia sulla bellissima e antica piramide romana di Caio Cestio. Il giardino in questa zona è pianeggiante e prevalentemente erboso e le tombe sono sparse in modo molto informale.
Le prime lapidi da visitare sono quelle delle sorelle Helena e Isabella Moore, due ragazze Irlandesi decedute a Roma molto giovani a distanza di pochi mesi. In questa zona troviamo anche alcune tombe classiche come quella di Walter Synnot e sua figlia Anne Elizabeth Synnot, il cui monumento è una copia del sarcofago di Lucio Cornelio Scipione Barbato.
Gli amanti della natura noteranno la bellissima gamma di alberi secolari in questa zona: grandi pini, allori, cipressi e cercis siliquastrum, meglio conosciuti come alberi di Giuda, che producono splendidi fiori rosa in primavera. Poiché questa zona confina con gli uffici del vicino rifugio per i gatti, è quasi sempre possibile vedere uno o due felini sonnecchiare.
Nel 1821 questa zona fu chiusa dalle autorità papali che dal 1822 assegnarono una piccola area di terra ai protestanti per la sepoltura dei loro morti – l’ area ora conosciuta come Zona Vecchia, la prossima tappa di questo percorso.

La Zona Antica

Questa zona si estende su un’ area in considerevole pendenza, il terreno può essere scivoloso e irregolare a causa delle radici degli alberi. Per questo motivo raccomandiamo la massima prudenza durante le visite. Contrariamente alla Parte Antica, le tombe in quest’area risalgono principalmente ai primi anni del 1800 e sono disposte in file serrate e spesso sono molto vicine tra loro. Qui possiamo ammirare le lapidi di Thomas Knox ArmstrongMaria-Harriet Somerville, bellissima donna che fu amante di Re Giorgio Quarto. Inoltre possiamo ammirare anche il monumento sepolcrale privo dei resti mortali di James Atkins, eretto in suo onore
Gli amanti delle piante potrebbero notare l’antico glicine che abbellisce le grate all’esterno del Centro Visitatori producendo meravigliose fioriture viola e profumi in primavera. Inoltre due splendidi esempi (maschio e femmina) della palma da sago (cycas revoluta) si ergono come sentinelle all’ingresso del Cimitero, delimitando la Zona Vecchia e la Zona Prima, prossima tappa di questo percorso.

La Zona Prima

Questa è la zona più grande del Cimitero Acattolico – la maggior parte delle tombe qui furono erette a partire dalla metà del 1800, dopo la decisione presa dalle autorità cittadine di estendere il Cimitero. All’ingresso di questa zona si nota, soprattutto per la sua eleganza, la tomba di Margarette Gonzales, bianchissima, scolpita dal famoso scultore Giovanni Strazza. Nella parte centrale è presente il bellissimo sarcofago, finemente decorato con mosaici sgargianti, del reverendo Francis Blake Woodward e proseguendo sullo stesso sentiero, due file più in basso il poeta Charles Harold Geoghegan “Il Bardo Errante”, come lui stesso usava chiamarsi.
Ci sono molti alberi da frutto singoli nella zona superiore – mirti, mandorli e albicocchi, così come alcune impressionanti piante di camelia che riempiono l’area di colore e profumo durante i mesi invernali. Nella parte frontale della prima zona sono presenti molte tombe con piante di melograno, soprattutto percorrendo le mura perimetrali che portano alla seconda zona, dove troviamo le prossime tappe del percorso.

La Seconda Zona

Come nelle altre zone, i visitatori devono fare attenzione alle radici degli alberi e sostenersi utilizzando i corrimano durante la discesa o la salita verso le aree da visitare. Percorrendo dal basso la via che taglia trasversalmente la zona, possiamo trovare sulla destra la tomba del medico Thomas Gerard Small. Continuando sulla via, salendo leggermente, si nota sulla sinistra la bellissima lapide di Amelia Louisa “Nina” West mentre poco più su, dall’altro lato della strada la lapide di Richard Rothwell, pittore irlandese la cui opera più famosa è il ritratto di Mary Shelley, moglie di Percy Bysshe Shelley.
Numerose tombe in questa zona sono contornate da piante di gelsomino, mentre altre sono ornate da cespugli di rose, in alcuni casi anche molto antichi. In alto in questa zona, troviamo diversi esempi di lantana camara con fiori bianchi, rosa e arancioni. Proprio seguendo questo alto sentiero si giunge all’ultima tomba di questo percorso situata nella Terza Zona.

La Terza Zona

Nel 1894 fu deciso di estendere il Cimitero per la seconda volta e fu creata la Zona Terza. Questa è l’ultima zona del Cimitero ed è divisa in quattro parti note come riquadri. Nel primo riquadro, che si trova nella parte alta della zona, adiacente le mura Aureliane, possiamo notare l’imponente monumento formato da due grandi croci celtiche con quadrifogli in mosaico verde, appartenente alla famiglia Fitzmaurice.
Il terreno qui è più piatto e ombreggiato rispetto alle altre zone. Da notare il gran numero di piante di ortensia che vi prosperano, oltre ai quattro maestosi pini ad ombrello che si trovano all’incrocio tra la seconda e la terza zona. Le farfalle amano in modo particolare quest’area più ombreggiata, così come i gatti. Lungo il sentiero nel terzo quadrante, si possono vedere anche numerosi alberi da frutto – un limone, un pesco e alcune bellissime peonie rosa che fioriscono in primavera.

Per conoscere a fondo la storia delle singole tombe clicca sui nomi nell’elenco qui in basso, oppure visita la pagina del nostro archivio tombe.

Mappa del percorso

  • Utilizza 2 dita per muovere la mappa
  • Fai tap su Satellite per attivare la rotazione
  • Fai tap sui numeri per scoprire il nome del defunto in quel luogo

Dettagli


Durata: Circa 80 minuti.

Difficoltà: Media

Suggerimenti: Il percorso copre diverse zone del cimitero. Molte tombe non sono sul sentiero principale e occorre utilizzare i riferimenti di posizione o la foto per individuarle. Durante il tour all’interno del cimitero è severamente vietato fumare, bere e consumare vivande, appoggiarsi alle tombe o sedersi sulle stesse e fare filmati. Per informazioni sulla tipologia delle foto consentite, potete rivolgervi al Centro Visitatori. Si consiglia inoltre di indossare scarpe comode per la passeggiata e di prestare attenzione alle grandi radici sui sentieri, in particolare nella Zona Seconda e di munirsi di crema protettiva durante il periodo estivo.

Itinerario del percorso


Di seguito puoi trovare le tombe da visitare in questo percorso:

  1. Moore Helena
  2. Helena Moore è stata una ragazza irlandese, figlia minore del reverendo Robert Moore di Moore Hill vicino a Tallow, nella contea di Waterford, in Irlanda. Leggi di più

    Zona: A Posizione: 16

  3. Moore Isabella
  4. Isabella Moore è stata una ragazza irlandese, sorella maggiore di Helena Moore. Leggi di più

    Zona: A Posizione: 17

  5. Synnot, Walter (Sir)
  6. Sir Walter Synnot nasce nel 1742 a Ballymore, Contea Westmeath. Leggi di più

    Zona: A Posizione: 54

  7. Synnot, Anne Elizabeth
  8. Anne Elizabeth Synnot nasce a Ballymore, Contea di Armagh, in Irlanda. Leggi di più

    Zona: A Posizione: 48

  9. Somerville, Maria-Harriet (Lady) (Born Conyngham)
  10. Lady Maria era la figlia del generale Sir Henry Conyngham, primo marchese Conyngham, e di Elizabeth Denison. Leggi di più

  11. Armstrong, Thomas Knox
  12. Thomas Knox Armstrong nasce il 13 luglio 1797 a Drumglass nella contea Tyrone. Leggi di più

    Zona: V Fila: 11 Posizione: 22

  13. Atkins, James
  14. Figlio di James Atkins di Stranraer, il quale si stabilì a Belfast dove svolse la sua attività come imbianchino, e morì nel 1828, all’età di 70 anni. Leggi di più

    Zona: V Fila: 12 Posizione: 25

  15. Gonzales, Margarette
  16. Margaret Gonzales è una donna Irlandese, conosciuta in questo contesto poiché il suo monumento sepolcrale è stato scolpito dal famoso scultore Giovanni Strazza. Leggi di più

    Zona: 1 Fila: 2 Posizione: 4

  17. Geoghegan (Detto Lewis) Harold Charles
  18. Così recita l’iscrizione sulla lapide: 1877-1941 Alla memoria del poeta Charles Harold Geoghegan “Il Bardo Errante”, come lui stesso usava chiamarsi. Leggi di più

  19. Woodward, Francis Blake
  20. Il reverendo Francis Blake Woodward, servì la Chiesa Anglicana a Roma per quindici anni, dal 1850 al 1866. Leggi di più

    Zona: 1 Fila: 12 Posizione: 32

  21. West, Amelia Louisa
  22. Amelia Louisa “Nina” West era la figlia del reverendo William James West e di Elmina Erskine. Leggi di più

    Zona: 2 Fila: 11 Posizione: 12

  23. Rothwell, Richard
  24. Richard Rothwell è stato un pittore irlandese la cui opera più famosa è il ritratto, unico esistente, di Mary Shelley. Leggi di più

    Zona: 2 Fila: 16 Posizione: 20

  25. Small, Thomas Gerrard
  26. Thomas Gerard Small, nato nel 1804 e deceduto nel 1885 a Roma, è stato uno dei medici praticanti più anziani ad esercitare in quel periodo. Leggi di più

    Zona: 2 Fila: 5 Posizione: 25

  27. Fitzmaurice, George, Mary and Elizabeth
  28. . Leggi di più

    Zona: 3 Riquadro: 1 Fila: 8 Posizione: 17
Istruzioni per leggere la posizione di una tomba

Tutte le tombe del Cimitero Acattolico possono essere localizzate attraverso i dettagli sulla posizione che si possono leggere all’interno di ogni singola scheda del defunto o scheda della tomba stessa.

La posizione si individua attraverso 4 dati fondamentali:

La Zona ( )

Il Riquadro* ( ) *valido solo per la Zona Terza

La Fila ( )

La Posizione ( )

 

 

La Zona ( )

Il cimitero Acattolico di Roma è suddiviso in 5 grandi Zone. Tutte le zone sono delimitate dai sentieri percorribili, pertanto sono molto facili da individuare.

Attenzione: Si ricorda che la Zona Antica essendo uno spazio non ordinato non rientra nei canoni di posizionamento validi per le altre zone, pertanto si dovrà fare riferimento esclusivamente alla mappa del percorso e alla foto per individuare la tomba.

 

Il Riquadro* ( ) *valido solo per la Zona Terza

Il riquadro è strettamente correlato alla Terza Zona del cimitero.

Questa zona è suddivisa in 4 quadranti numerati come visibile in questa mappa.

Soltanto le tombe presenti nella terza zona avranno il riquadro indicato nelle informazioni di posizione.

In tutte le altre tombe il campo che indica il riquadro sarà vuoto/non visibile.

Si ricorda che per individuare qualsiasi tomba è sempre possibile fare riferimento alla mappa del percorso e alla foto nelle schede dei percorsi.

 

 

 

La Fila ( )

Le tombe nel cimitero sono disposte per la maggior parte su file ordinate.

Fanno eccezione la Zona Antica e le tombe disposte lungo le mura, ad esempio gli ossari.

Per contare il numero di fila è necessario fissare come riferimento la parte inferiore del cimitero. Il cimitero acattolico infatti si estende su una leggera pendenza (tranne la zona Antica che è piana ma essa non presenta una divisione in file).

La prima fila sarà sempre quella al livello più basso rispetto le altre.

Una volta individuata la prima fila sarà facile contare tutte le altre.

 

 

La Posizione ( )

Serve per individuare la tomba all’interno della fila di riferimento.

La posizione si individua contando le tombe da sinistra verso destra.

Il conteggio deve essere effettuato partendo sempre dall’estremità sinistra della zona dove si trova la tomba.

 

 

 

Menu