La Terza Zona

La Zona Terza ( III )

Nel 1894 fu deciso di estendere il Cimitero per la seconda volta e fu creata la Zona Terza. Questo è l’ultima zona del Cimitero ed è divisa in quattro parti note come riquadri. Le tombe più conosciute in quest’area sono quelle dello scrittore siciliano Andrea Camilleri e il filosofo politico sardo Antonio Gramsci. Nel terzo quadrante si possono vedere un certo numero di tombe di direttori della Biblioteca Hertziana tedesca a Roma, oggi Max Planck Institute for Art History, inclusa quella della fondatrice Henriette Hertz. In basso nella parte destra si erge la piccola cappella del cimitero costruita nel 1897, che è ancora oggi utilizzata per cerimonie e funerali. Gli uffici del cimitero sono situati invece nella parte superiore della cappella.

In questa zona si possono notare un gran numero di croci con tre barre. Queste croci sono le tombe di numerose famiglie di ortodossi russi – i cosiddetti russi bianchi che si stabilirono a Roma dopo la Rivoluzione, oltre ad un certo numero di Diplomatici russi.

Il terreno qui è più piatto e ombreggiato rispetto alle altre zone. Da notare il gran numero di piante di ortensia che vi prosperano, oltre ai quattro maestosi pini ad ombrello che si trovano all’incrocio tra la seconda e la terza zona. Le farfalle e i gatti amano in modo particolare quest’area più ombreggiata. Lungo il sentiero nel terzo quadrante, si possono vedere numerosi alberi da frutto – un limone, un pesco e alcune bellissime peonie rosa che fioriscono in primavera.

Dirigendosi verso l’ingresso del cimitero, sulla parete interna, si trovano una serie di targhe commemorative inclusa quella dedicata all’abolizionista americana Sarah Parker Remond, le cui ossa però riposano nell’ossario nella seconda zona.

Per conoscere a fondo la storia delle singole tombe clicca sui nomi nell’elenco qui in basso, oppure visita la pagina del nostro archivio tombe.

Mappa del percorso

  • Utilizza 2 dita per muovere la mappa
  • Fai tap su Satellite per attivare la rotazione
  • Fai tap sui numeri per scoprire il nome del defunto in quel luogo

Dettagli


Durata: Circa 30 minuti.

Difficoltà: Facile

Suggerimenti: Il percorso copre soltanto la Zona Terza. Molte tombe non sono sul sentiero principale e occorre utilizzare i riferimenti di posizione o la foto per individuarle. Durante il tour all’interno del cimitero è severamente vietato fumare, bere e consumare vivande, appoggiarsi alle tombe o sedersi sulle stesse e fare filmati. Per informazioni sulla tipologia delle foto consentite, potete rivolgervi al Centro Visitatori. Si consiglia inoltre di indossare scarpe comode per la passeggiata e di prestare attenzione alle grandi radici sui sentieri, in particolare nella Zona Seconda e di munirsi di crema protettiva durante il periodo più caldo.

Itinerario del percorso


Di seguito puoi trovare le tombe da visitare in questo percorso:

  1. Pontecorvo Bruno Maksimovich
  2. Fisico italiano con cittadinanza britannica naturalizzato sovietico. Leggi di più

    Zona: 3 Riquadro: 1 Fila: 2 Posizione: 2

  3. Camilleri Andrea
  4. Scrittore e regista teatrale italiano, autore della serie di racconti polizieschi come il Commissario Montalbano, ambientati in Sicilia dove egli nacque. Leggi di più

    Zona: 3 Riquadro: 1 Fila: 1 Posizione: 1

  5. Simmons, Ella Bourne (Born Slocum)
  6. Moglie di Franklin Simmons, scultore dell’Angelo della Resurrezione. Leggi di più

    Zona: 3 Riquadro: 1 Fila: 1 Posizione: 2

  7. Hertz, Henriette
  8. Benefattrice tedesca, filantropa e collezionista di opere d’arte, donò Palazzo Zuccari per ospitare la Biblioteca Hertziana da lei fondata. Leggi di più

    Zona: 3 Riquadro: 3 Fila: 8 Posizione: 4

  9. Gramsci Antonio
  10. Filosofo marxista, giornalista, linguista, scrittore e politico italiano. Leggi di più

    Zona: 3 Riquadro: 2 Fila: 1 Posizione: 14

  11. Naghdi Mohammed Hossein
  12. Diplomatico iraniano, leader della Resistenza contro il regime di Khomeini, fu assassinato a Roma nel 1993 . Leggi di più

    Zona: 3 Riquadro: 2 Fila: 6 Posizione: 13
Istruzioni per leggere la posizione di una tomba

Tutte le tombe del Cimitero Acattolico possono essere localizzate attraverso i dettagli sulla posizione che si possono leggere all’interno di ogni singola scheda del defunto o scheda della tomba stessa.

La posizione si individua attraverso 4 dati fondamentali:

La Zona ( )

Il Riquadro* ( ) *valido solo per la Zona Terza

La Fila ( )

La Posizione ( )

 

 

La Zona ( )

Il cimitero Acattolico di Roma è suddiviso in 5 grandi Zone. Tutte le zone sono delimitate dai sentieri percorribili, pertanto sono molto facili da individuare.

Attenzione: Si ricorda che la Zona Antica essendo uno spazio non ordinato non rientra nei canoni di posizionamento validi per le altre zone, pertanto si dovrà fare riferimento esclusivamente alla mappa del percorso e alla foto per individuare la tomba.

 

Il Riquadro* ( ) *valido solo per la Zona Terza

Il riquadro è strettamente correlato alla Terza Zona del cimitero.

Questa zona è suddivisa in 4 quadranti numerati come visibile in questa mappa.

Soltanto le tombe presenti nella terza zona avranno il riquadro indicato nelle informazioni di posizione.

In tutte le altre tombe il campo che indica il riquadro sarà vuoto/non visibile.

Si ricorda che per individuare qualsiasi tomba è sempre possibile fare riferimento alla mappa del percorso e alla foto nelle schede dei percorsi.

 

 

 

La Fila ( )

Le tombe nel cimitero sono disposte per la maggior parte su file ordinate.

Fanno eccezione la Zona Antica e le tombe disposte lungo le mura, ad esempio gli ossari.

Per contare il numero di fila è necessario fissare come riferimento la parte inferiore del cimitero. Il cimitero acattolico infatti si estende su una leggera pendenza (tranne la zona Antica che è piana ma essa non presenta una divisione in file).

La prima fila sarà sempre quella al livello più basso rispetto le altre.

Una volta individuata la prima fila sarà facile contare tutte le altre.

 

 

La Posizione ( )

Serve per individuare la tomba all’interno della fila di riferimento.

La posizione si individua contando le tombe da sinistra verso destra.

Il conteggio deve essere effettuato partendo sempre dall’estremità sinistra della zona dove si trova la tomba.

 

 

 

Menu