La Prima Zona

La Zona Prima ( I )

Questa è la zona più grande del Cimitero Acattolico – la maggior parte delle tombe qui furono erette a partire dalla metà del 1800, dopo la decisione di estendere il Cimitero. Forse la tomba più conosciuta in questa parte è quella di August von Goethe , figlio dello scrittore tedesco Wolfgang Goethe. Con l’avvicinarsi del XX secolo viaggiare era diventato sempre più accessibile, per questo sempre più stranieri iniziarono ad arrivare ​​a Roma e l’esigenza di ospitarli divenne importante. Qui troviamo le tombe dei grandi albergatori come le famiglie Hassler, Nistelweck e Wirth.

La grande cripta dello scultore norvegese-americano Hendrik Andersen e la sua famiglia dominano la prima parte di questa zona, mentre più in là si può vedere il bellissimo monumento con la figura seduta, in marmo bianco, della giovane aristocratica russa Maria Obolenskayafiglia del governatore di Mosca, Aleksey Obolensky e di Zoya Obolenskaya.

Se si sceglie di camminare lungo la parte superiore del Cimitero, parallelamente alle mura aureliane, si raccomanda la massima prudenza per via delle numerose radici sporgenti e per i passaggi stretti. In questa zona superiore, incastonata nel muro, si può ammirare la tomba che riflette modelli medievali, con la figura sdraiata di Elsbeth Wegener Passarge, la giovane donna tedesca che morì poco dopo il suo matrimonio ed è conosciuta localmente come la giovane sposa.

Ci sono molti alberi da frutto singoli nella zona superiore – mirti, mandorli e albicocchi, così come alcune impressionanti piante di camelia che riempiono l’area di colore e profumo durante i mesi invernali. Nella parte frontale della prima zona, lungo le mura perimetrali, si possono vedere molte tombe con piccole piante di melograno. Sono una scelta eccellente per un cimitero, in quanto forniscono un’ ottima decorazione durante tutto l’anno: vigoroso fogliame color giada, luminosi fiori arancioni che insolitamente sbocciano in autunno e piccoli frutti ma perfettamente formati.

Per conoscere a fondo la storia delle singole tombe clicca sui nomi nell’elenco qui in basso, oppure visita la pagina del nostro archivio tombe.

Mappa del percorso

  • Utilizza 2 dita per muovere la mappa
  • Fai tap su Satellite per attivare la rotazione
  • Fai tap sui numeri per scoprire il nome del defunto in quel luogo

Dettagli


Durata: Circa 30 minuti.

Difficoltà: Facile

Suggerimenti: Il percorso copre soltanto la Zona Prima. Molte tombe non sono sul sentiero principale e occorre utilizzare i riferimenti di posizione o la foto per individuarle. Durante il tour all’interno del cimitero è severamente vietato fumare, bere e consumare vivande, appoggiarsi alle tombe o sedersi sulle stesse e fare filmati. Per informazioni sulla tipologia delle foto consentite, potete rivolgervi al Centro Visitatori. Si consiglia inoltre di indossare scarpe comode per la passeggiata e di prestare attenzione alle grandi radici sui sentieri, in particolare nella Zona Seconda e di munirsi di crema protettiva durante il periodo più caldo.

Itinerario del percorso


Di seguito puoi trovare le tombe da visitare in questo percorso:

  1. Andersen, Hendrik Christian
  2. Scultore, pittore e urbanista statunitense di origine norvegese. Leggi di più

    Zona: 1 Fila: 7 Posizione: 10

  3. Page, Thomas Jefferson
  4. Esploratore e soldato confederato, ha esplorato il bacino del Río de la Plata in Argentina. Leggi di più

    Zona: 1 Fila: 12 Posizione: 22

  5. Goethe, August Von
  6. Figlio di Wolfgang von Goethe, è stato membro della corte di Carlo Augusto, Gran Duca di Sassonia-Weimar-Eisenach. Leggi di più

    Zona: 1 Fila: 14 Posizione: 20

  7. Hassler, Alberto
  8. Albergatore, ha inaugurato l’Hotel Hassler a Roma nel 1893. Leggi di più

    Zona: 1 Fila: 15 Posizione: 16

  9. Passarge, Elsbet Maria Wegener
  10. Ragazza tedesca morta all’età di diciotto anni. Leggi di più

    Zona: 1 Fila: 16 Posizione: 16

  11. Maria Obolenskaya
  12. Aristocratica russa morta all’età di 17 anni. Leggi di più

    Zona: 1 Fila: 10 Posizione: 45
Istruzioni per leggere la posizione di una tomba

Tutte le tombe del Cimitero Acattolico possono essere localizzate attraverso i dettagli sulla posizione che si possono leggere all’interno di ogni singola scheda del defunto o scheda della tomba stessa.

La posizione si individua attraverso 4 dati fondamentali:

La Zona ( )

Il Riquadro* ( ) *valido solo per la Zona Terza

La Fila ( )

La Posizione ( )

 

 

La Zona ( )

Il cimitero Acattolico di Roma è suddiviso in 5 grandi Zone. Tutte le zone sono delimitate dai sentieri percorribili, pertanto sono molto facili da individuare.

Attenzione: Si ricorda che la Zona Antica essendo uno spazio non ordinato non rientra nei canoni di posizionamento validi per le altre zone, pertanto si dovrà fare riferimento esclusivamente alla mappa del percorso e alla foto per individuare la tomba.

 

Il Riquadro* ( ) *valido solo per la Zona Terza

Il riquadro è strettamente correlato alla Terza Zona del cimitero.

Questa zona è suddivisa in 4 quadranti numerati come visibile in questa mappa.

Soltanto le tombe presenti nella terza zona avranno il riquadro indicato nelle informazioni di posizione.

In tutte le altre tombe il campo che indica il riquadro sarà vuoto/non visibile.

Si ricorda che per individuare qualsiasi tomba è sempre possibile fare riferimento alla mappa del percorso e alla foto nelle schede dei percorsi.

 

 

 

La Fila ( )

Le tombe nel cimitero sono disposte per la maggior parte su file ordinate.

Fanno eccezione la Zona Antica e le tombe disposte lungo le mura, ad esempio gli ossari.

Per contare il numero di fila è necessario fissare come riferimento la parte inferiore del cimitero. Il cimitero acattolico infatti si estende su una leggera pendenza (tranne la zona Antica che è piana ma essa non presenta una divisione in file).

La prima fila sarà sempre quella al livello più basso rispetto le altre.

Una volta individuata la prima fila sarà facile contare tutte le altre.

 

 

La Posizione ( )

Serve per individuare la tomba all’interno della fila di riferimento.

La posizione si individua contando le tombe da sinistra verso destra.

Il conteggio deve essere effettuato partendo sempre dall’estremità sinistra della zona dove si trova la tomba.

 

 

 

Menu