Percorsi

Cosa sono i Percorsi?

Sono degli itinerari da percorrere all’interno del cimitero. Ogni itinerario è composto da una serie di tappe. I sepolcri da visitare all’interno di questi itinerari sono correlati dallo stesso argomento. Abbiamo selezionato i sepolcri più importanti per ogni argomento e li abbiamo inseriti all’interno dei percorsi che puoi trovare più in basso in questa pagina.

All’interno della scheda del percorso troverai:

  • Una mappa che indica la posizione approssimativa dei sepolcri
  • Un itinerario numerato e ordinato con i dettagli dei sepolcri (foto, descrizione, posizione).
  • I dettagli e la descrizione del percorso

La durata dei percorsi varia a seconda dell’argomento e può richiedere da un minimo di 45 minuti ad un massimo di 90 minuti.

Come utilizzare i Percorsi?

Prima di tutto bisogna individuare quali itinerari percorrere. Successivamente si può scegliere se seguire l’itinerario così com’è ordinato all’interno della scheda del percorso, oppure muoversi liberamente nel cimitero tra le varie tappe. Nella scheda del percorso puoi utilizzare la mappa per trovare le varie tombe, oppure, puoi decidere di cercarle attraverso i riferimenti della loro posizione. Infatti in ogni tomba puoi trovare le informazioni sulla posizione.

Per sapere come leggere correttamente le informazioni di posizione clicca qui.

A chi sono rivolti i Percorsi?

I percorsi sono rivolti a tutte le persone, singoli o gruppi, che decidono di visitare il cimitero. Le visite possono essere organizzate attraverso una guida oppure in piena autonomia.

Si ricorda che per i gruppi è necessario prenotare la visita al Cimitero Acattolico attraverso l’apposito modulo online oppure dall’ area contatti.

Abbiamo selezionato i sepolcri più importanti e abbiamo creato dei percorsi da esplorare in totale autonomia.

Istruzioni per leggere la posizione di una tomba

Tutte le tombe del Cimitero Acattolico possono essere localizzate attraverso i dettagli sulla posizione che si possono leggere all’interno di ogni singola scheda del defunto o scheda della tomba stessa.

La posizione si individua attraverso 4 dati fondamentali: La Zona, Il Riquadro, La Fila e La Posizione.

 

La Zona ( )

Il cimitero Acattolico di Roma è suddiviso in 5 grandi Zone. Tutte le zone sono delimitate dai sentieri percorribili, pertanto sono molto facili da individuare.

Attenzione: Si ricorda che la Zona Antica essendo uno spazio non ordinato non rientra nei canoni di posizionamento validi per le altre zone, pertanto si dovrà fare riferimento esclusivamente alla mappa del percorso e alla foto per individuare la tomba.

 

Il Riquadro* ( ) *valido solo per la Zona Terza

Il riquadro è strettamente correlato alla Terza Zona del cimitero.

Questa zona è suddivisa in 4 quadranti numerati come visibile in questa mappa.

Soltanto le tombe presenti nella terza zona avranno il riquadro indicato nelle informazioni di posizione.

In tutte le altre tombe il campo che indica il riquadro sarà vuoto/non visibile.

Si ricorda che per individuare qualsiasi tomba è sempre possibile fare riferimento alla mappa del percorso e alla foto nelle schede dei percorsi.

 

 

 

La Fila ( )

Le tombe nel cimitero sono disposte per la maggior parte su file ordinate.

Fanno eccezione la Zona Antica e le tombe disposte lungo le mura, ad esempio gli ossari.

Per contare il numero di fila è necessario fissare come riferimento la parte inferiore del cimitero. Il cimitero acattolico infatti si estende su una leggera pendenza (tranne la zona Antica che è piana ma essa non presenta una divisione in file).

La prima fila sarà sempre quella al livello più basso rispetto le altre.

Una volta individuata la prima fila sarà facile contare tutte le altre.

 

 

La Posizione ( )

Serve per individuare la tomba all’interno della fila di riferimento.

La posizione si individua contando le tombe da sinistra verso destra.

Il conteggio deve essere effettuato partendo sempre dall’estremità sinistra della zona dove si trova la tomba.

 

Menu