Atkins, James

Informazioni di Posizione

Zona V
Riquadro
Fila 12
Posizione 25
Guarda la posizione Link
Esplora il sepolcro Tomba Atkins, James

Non sai come leggere la posizione? CliccaQui.

Descrizione generale

Figlio di James Atkins di Stranraer, il quale si stabilì a Belfast dove svolse la sua attività come imbianchino, e morì nel 1828, all’età di 70 anni. Suo figlio James nacque a Belfast nel 1799, e da ragazzo assistette il padre nella sua pittura araldica.

Alla fondazione della Belfast Academical Institution nel 1814, entrò nella classe di disegno, diretta da Gaetano Fabbrini, e dopo avervi studiato per quattro anni nel 1818 ottenne un premio per la ritrattistica a olio. I suoi quadri furono esposti e attirarono l’attenzione della signora Batt di Purdysburn, del marchese di Downshire e del marchese di Londonderry, e con il loro aiuto fu mandato a studiare in Italia nel 1819. Proseguì i suoi studi con instancabile serietà e devozione, e divenne noto tra i suoi compagni artisti a Roma come un giovane pittore di grande abilità. Trascorse tredici anni studiando e copiando gli antichi maestri a Venezia, Firenze e Roma e inviò quadri alle mostre della Royal Academy a Londra nel 1831 e nel 1833.

Alla fine dell’anno 1832 andò a Costantinopoli per fare un ritratto del Sultano, e poi partì per tornare al suo paese natale; ma a Malta, mentre era in quarantena, fu colpito da consunzione polmonare e morì a La Valletta nel dicembre 1833. L’anno dopo la sua morte i quadri che aveva raccolto e dipinto in Italia furono portati a Belfast e furono venduti all’asta nel marzo del 1835. Tra questi c’era la sua copia del “Peter Martyr” di Tiziano, alto ventidue piedi, che ora è appeso al Queen’s College di Belfast, e una “Testa di una ragazza greca”, ora appartenente a Miss Mulholland a Belfast.

Informazioni anagrafiche


James Atkins nasce a Belfast, Irlanda, il 01/01/1799. Di professione Pittore la sua data di morte è il 01/12/1833. Viene sepolto presso questo cimitero nel 1833 (cenotafio). 

Dettagli aggiuntivi


Note su questo defunto:

Nel cimitero acattolico è presente il monumento sepolcrale privo dei resti mortali di James Atkins, eretto in suo onore.

Istruzioni per leggere la posizione di una tomba

Tutte le tombe del Cimitero Acattolico possono essere localizzate attraverso i dettagli sulla posizione che si possono leggere all’interno di ogni singola scheda del defunto o scheda della tomba stessa.

La posizione si individua attraverso 4 dati fondamentali: La Zona, Il Riquadro, La Fila e La Posizione.

 

La Zona ( )

Il cimitero Acattolico di Roma è suddiviso in 5 grandi Zone. Tutte le zone sono delimitate dai sentieri percorribili, pertanto sono molto facili da individuare.

Attenzione: Si ricorda che la Zona Antica essendo uno spazio non ordinato non rientra nei canoni di posizionamento validi per le altre zone, pertanto si dovrà fare riferimento esclusivamente alla mappa del percorso e alla foto per individuare la tomba.

 

Il Riquadro* ( ) *valido solo per la Zona Terza

Il riquadro è strettamente correlato alla Terza Zona del cimitero.

Questa zona è suddivisa in 4 quadranti numerati come visibile in questa mappa.

Soltanto le tombe presenti nella terza zona avranno il riquadro indicato nelle informazioni di posizione.

In tutte le altre tombe il campo che indica il riquadro sarà vuoto/non visibile.

Si ricorda che per individuare qualsiasi tomba è sempre possibile fare riferimento alla mappa del percorso e alla foto nelle schede dei percorsi.

 

 

 

La Fila ( )

Le tombe nel cimitero sono disposte per la maggior parte su file ordinate.

Fanno eccezione la Zona Antica e le tombe disposte lungo le mura, ad esempio gli ossari.

Per contare il numero di fila è necessario fissare come riferimento la parte inferiore del cimitero. Il cimitero acattolico infatti si estende su una leggera pendenza (tranne la zona Antica che è piana ma essa non presenta una divisione in file).

La prima fila sarà sempre quella al livello più basso rispetto le altre.

Una volta individuata la prima fila sarà facile contare tutte le altre.

 

 

La Posizione ( )

Serve per individuare la tomba all’interno della fila di riferimento.

La posizione si individua contando le tombe da sinistra verso destra.

Il conteggio deve essere effettuato partendo sempre dall’estremità sinistra della zona dove si trova la tomba.

 

 

Menu